lunedì 9 maggio 2016

FANTASIOSE CHIMERE



Nell'aureola che t'incornicia la fronte
passa il tuo immaginifico pensiero
cesellato in una fucina rifulgente
che irradia luce donandomi 
magiche emozioni.

Tu abbracci come onda
che mi culla coinvolgendomi 
nelle tue fantasiose chimere
che negli anni hai fatto lievitare
e che io ho sempre condiviso con stupore
ma mettendoci tanto amore.

Avremo tante belle cose da ricordare
quando l'irrequietezza 
darà posto alla compostestezza.

Ho viaggiato nella tua ombra,
non voglio più rincorrerti.
Vorrei assaporare la quiete
assisa al tuo fianco
nei germogli del nostro presente.

Anche se di questo sogno
tocco le sponde mobili
dell'acqua che non si fa golfo.
Tu temi che la nuova vita
 sarà grigia e piatta,
invece potrà mostrare i suoi bei colori
a cominciare dalla tinta scarlatta
che ci avvolgerà nella luce

del nostro divenire.



Grazia Denaro 
Tutti i diritti riservati
legge 633/ 1941

2 commenti:

  1. Amori di particolare intensità, che si modificano nel tempo, non perdendo
    la loro profonda essenza, segno d'un sentimento valido e importante...
    Versi molto apprezzati, un abbracissimo, poetessa,silvia

    RispondiElimina
  2. Grazie del commento che ho molto gradito Silvia, buon pomeriggio Grazia

    RispondiElimina