domenica 6 dicembre 2015

NEL MAGICO INCANTO DI UNA GELIDA NOTTE


Nel magico incanto
 d'una gelida notte di febbraio
dalle mie acque venisti alla luce....


Fu un implodere di stille e gocce
trasformati in coriandoli di stelle.

Sotto il candore della luna
e tra il biancore dei mandorli in fiore
vidi i tuoi occhi
e toccai il cielo con un dito.

Quel cielo non mi parve lontano
perché avevo l'angelo vicino
appoggiato al mio seno.


 Sentivo il tuo profumo
toccavo la tua pelle nuova
morbida e reale che di baci
lievi rivestivo.
Le tue manine ranuncoli di seta
ad esaltare il roseo incarnato.

Si colorò l'aurora nell'arco delle ore
di splendidi cristalli rosei e violetti
che t'incoronano come angeli benedetti.

Fu innamoramento immediato,
colpo di fulmine d'immensa gioia
che mi riempì il cuore d'incanto,
mi diede sensazioni ed emozioni
talmente meravigliose
d'un amore mai provato
 da illuminarmi l'anima...
  

Grazia Denaro
Tutti i diritti riservati
legge 633/ 1941


6 commenti:

  1. Attimi fondamentali che sa donare la vita, nel miracolo della nascita d'una nuova vita...e la gioia immensa di essere mamma! Versi intensi e spontanei, molto apprezzati per il loro notevole contenuto..
    Felice sera, Grazia e un abbraccio,silvia

    RispondiElimina
  2. Grazie del tuo prezioso e gradito commento alla mia lirica, un abbraccio Silvia!

    RispondiElimina
  3. Versi emozionanti, molto sentiti ! Complimenti Grazia.

    RispondiElimina
  4. Grazie del gradito commento Paola, buona giornata!

    RispondiElimina
  5. Una dedica alla vita rinnovata, ai figli, completamento di un grande misterioso disegno, in versi toccanti, speciali. Brava, complimenti!

    RispondiElimina
  6. Grazie del tuo graditissimo commento cara Rosanna, un abbraccio a presto!

    RispondiElimina