giovedì 25 agosto 2016

TREMA LA TERRA


Trema la terra
in breve lasso di tempo
inermi genti sorprende
e nell'imminente attimo
tra sussulti e grida al cuore colpisce,
respiri recide come lama fendente.

Vite rapite,
esistenze ribaltate
in momenti di panico tutto succede...

sangue scorre su innocenti destini!

Agnelli feriti, carni squartate.
Sogni azzerati nell'immediato divenire,
vite distrutte nell'anelito di futuro.
Immane apocalisse ha divelto la terra,
muri squarciati,
crepacci e voragini ingoiano vite
cancellando paesi.

Nidi abbattuti, terra straziata
da spine pungenti innestate nei rami
fustigano carni senza pietà.

Pianti, lacrime e grandi tormenti...

Grazia Denaro
tutti i diritti riservati legge 633/ 1941

4 commenti:

  1. Un'amara realtà quella dei disastri naturali o forse indotti dall' incuria dell' uomo...la terra vive e soffre e si ribella come tutte le creature ai vandalismi. Da lei si estrae tutto, continue trasfusioni e conseguenti assestamenti. Versi molto belli che condivido in tutta la loro sensibilità e Potenza di immagini.buona serata Grazia!

    RispondiElimina
  2. Grazie del tuo passaggio e del gradito commento, purtroppo L'Italia è di suo soggetta a questi nefasti eventi,in più l'uomo, molto spesso, la maltratta pesantemente. Un caro saluto ed un abbraccio Rosanna, Grazia

    RispondiElimina
  3. Pianti, lacrime e grandi tormenti...
    Uniti col pensiero e la preghiera!
    Buona giornata da Beatris

    RispondiElimina
  4. Si, con la costernazione e col pensiero, grazie del passaggio Beatris. Grazia

    RispondiElimina