giovedì 21 aprile 2016

E' COME UN VOLO DI FALENE

 

Un altro giorno
a lievitar tensioni
su questo tronco vuoto
che la vita mi propone.

Indietreggia la ragione
sul dover sedar la ribellione
ma è come un volo di falene
che attratte dalla luce
intorno le girano come miraggio
fino a distruggersi con il calore.
L'incantamento abbacina i sensi ed il cuore
ma bisogna discernere se continuare
o archiviare
quello che non ha più valore.

E' un'arsura ciò che mi tormenta
la mia linfa ormai s'è prosciugata
come a quel tronco vuoto
spaccato e privo di caule
rimasto in piedi
privo di valore.

Il mio cuore sanguina
non ascoltando la ragione.

Grazia Denaro
Tutti i diritti riservati
legge 633/1941

8 commenti:

  1. Momenti difficili, proposti dalla vita, in cui l'inquietudine prende
    il sopravvento, assai difficile da sedare, anche con la ragione...
    Molto bello leggerti, buon venerdì, carissima,silvia

    RispondiElimina
  2. Una bella poesia che mi ha coinvolto. Il mio plauso alla poetessa.

    RispondiElimina
  3. Il bisogno di distaccarsi da ciò che fa male, di controllare le tensioni attraverso l'evasione, ma prosciugata la mente non trova mezzi per reagire e soggiace al dolore. Lirica apprezzata per la sua intensità. Ciao, Stefania

    RispondiElimina
  4. Inquietudine che spesso s'impossessa di noi e per svariati motivi spazza via la serenità. Grazie di essere qui, un caro saluto Silvia e buon pomeriggio!

    RispondiElimina
  5. Grazie della tua lettura e del comento Stefania, un caro saluto!
    Grazia Denaro

    RispondiElimina
  6. Grazie di trovarti qui Umberto e grazie del commento!

    RispondiElimina
  7. Meravigliosa poesia che tocca il cuore!
    Un abbraccio e buona domenica da Beatris

    RispondiElimina
  8. Grazie del commento e di essere qui nel mio blog. Buona domenica Beatris,
    Grazia!

    RispondiElimina