domenica 13 marzo 2016

PORTO DENTRO ME IL TUO RESPIRO

 
 
Porto dentro me il tuo respiro
un mare in tempesta
è la mia anima irrequieta
dagli occhi scendono lacrimoni,
sono immensi turbini
i pensieri che mai riposano
-eterne bufere-
in alte cime innevate.

Esiste un linguaggio
che va al di là delle parole
che io recepisco con i sussulti del cuore,
le negative sensazioni,
le pene, le incertezze...

ho imparato a decifrare
le tue mute parole,
i tuoi discorsi astratti
là dove i tuoi reali pensieri
sono stati sepolti.

Ci fu un cambiamento tra le nostre vite:
hai lasciato alle spalle
ciò che di bello avevi dentro
e gelo hai sparso tutt'attorno.

Grazia Denaro
Tutti i diritti riservati
legge 633/ 1941



4 commenti:

  1. E' un'ottima poesia con un velo di malinconia(credo). Tuttavia l'autrice che conosco da tempo ci ha abituati a leggere spesso
    le sue poesie d'amore elegantemente descritte e con un romanticismo
    indicibile. Piaciuta molto.

    RispondiElimina
  2. Quando ci si immerge nel mondo dell'altro, si avvertono tutte le sensazioni che lo riguardano, e soprattutto quei cambimenti interiori che creano, in noi, un senso di disagio...
    Versi molto apprezzati, buon inizio di settimana cara,e un abbraccio,silvia

    RispondiElimina
  3. Grazie del gradito commento Umberto, sono contenta di averti letto nel mio blog. Buona giornata!

    RispondiElimina
  4. Grazie del commento, una bella disamina che ho molto apprezzato. Buona giornata Silvia ed un abbraccio!

    RispondiElimina