domenica 6 dicembre 2015

VENTO OBLIQUO

I sentieri della vita
affiancarono
fin dagli albori le nostre esistenze.

 Con mano leggera ricamammo
i nostri sogni alati di fragili farfalle,
mentre il sole illuminava 

il nostro cammino
donandoci fulgidi colori di vita.


 Ma un vento obliquo e maligno
si girò all'improvviso,
il sentiero percorso divenne di curve
e strapiombi:


grossi nembi invasero il cielo!


Iniziò nuova meta di vita sghemba
atta a sradicare la sua intima radice
fino a farla inaridire.

 Poi il sole le elargì l'ultimo raggio
prima del funesto viaggio.

 Ed io, restai sola nel nulla,
a guardare un mondo
che a vuoto continuava a girare
donandomi immane dolore...

Grazia Denaro
Tutti i diritti riservati
legge 633/ 1941
  






2 commenti:

  1. Anche le amicizie più valide e sentite, nel tempo subiscono dei drastici
    mutamenti, lasciandoci in una situazione interiore di grande tristezza...
    Versi di grande realtà, apprezzatissimi
    Buon inizio di settimana e un sorriso, cara Grazia, silvia

    RispondiElimina
  2. Grazie del commento Silvia, è vero questa era un'amica, quasi una sorella e quando è morta, mi ha lasciato un dolore fortissimo, ancora oggi, a distanza di undici anni, non mi rassegno alla sua scomparsa. Buon inizio di settimana cara Silvia! Grazia.

    RispondiElimina